EnglishGermanItalianRussian
Categoria
abitabili
centro storico
da ristrutturare
ristrutturati
ville e case speciali
Info
Come comprare casa in Italia
Spese per acquisto casa in Italia
Come arrivare nelle Marche
Bed & Breakfast in Italia
Casa colonica in Italia
Ristrutturare casa in Italia
Esempio di restauro
Ristrutturazione in bioedilizia
Costa Adriatica
Turismo nelle Marche
Vini marchigiani
Consigli per acquistare la casa in Italia
FAQ
Home: Immobili arrow Vini marchigiani

Vini marchigiani

Lacrima Vecchia Cantina S. Amico  San Marcello Lacrima di Morro d'Alba
 
I vini delle Marche, nonostante siano tutti vini di buonissima qualità, forse hanno avuto nei secoli meno riconoscimenti di quanto meriterebbero.
Il vino delle Marche con maggior successo è sicuramente il Verdicchio dei Castelli di Jesi.

Verdicchio dei Castelli di Jesi

Il vino Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC è tra i vini più tipici provenienti dal Marche e l’inizio della sua coltivazione è datato tempo dei Romani.
Il vino Verdicchio dei Castelli di Jesi è un vino bianco e viene composto da vitigni ricercati quali Verdicchio (85%), Trebbiano Toscano e Malvasia Toscana per la restante parte.
Andiamo ora ad esplicitare le caratteristiche organolettiche le quali caratterizzano il vino Verdicchio dei Castelli di Jesi e le quali gli garantiscono di essere considerato come uno fra i vini nazionali più esclusivi. Ad una prima osservazione il vino Verdicchio dei Castelli di Jesi si presenta con un colore giallo paglierino scarico mentre all’olfatto è delicato e fruttato can aromi di fiori di campo, mele e pesche. E’ però il il gusto quello che distingue un vino di qualità dai vini comuni. Assaporandolo il vino Verdicchio dei Castelli di Jesi risulta essere fresco con fondo leggermente amarognolo, mandorlato nel finale.

Verdicchio di Matelica

Uno tra i vini più famosi del territorio del Marche è il vino Verdicchio di Matelica DOC e l’inizio della coltivazione risale al 1960. Il vino Verdicchio di Matelica è un vino bianco e le uve utilizzate per la sua composizione risultano essere Verdicchio (85%), Trebbiano Toscano e Malvasia (15%).
Andiamo di seguito ad elencare le caratteristiche olfattive e gustative le quali caratterizzano il vino Verdicchio di Matelica e che gli garantiscono di essere individuato come uno dei vini nazionali maggiormente pregiati. In bocca il sapore del vino Verdicchio di Matelica è armonico e asciutto con nota di mandorla tostata su retrogusto amarognolo ed alla vista si presenta giallo paglierino brillante. Ma dire che la bellezza di assaggiarlo inizia durante la prima fase della degustazione quando il suo inebriante profumo elegante e delicato con note di mela cotogna e frutta appassita soddisferà il vostro naso.

Rosso Conero

Il vino Conero Rosso DOCG sembra inizi la sua coltivazione in Italia durante il ottocento dall’utilizzo di uve Montepulciano (85%), Sangiovese (15%). Da allora il vino Conero Rosso risulta essere un vino rosso fra i maggiormente caratteristici del territorio della regione Marche nella quale sono raccolti i maggiori centri di coltivazione. Un vino di qualità deve saper soddisfare, tramite le proprie caratteristiche organolettiche, il palato e l’olfatto della persona che lo degusta ed in questo il vino Conero Rosso appare riuscire assolutamente. Al palato il sapore del vino Conero Rosso è sapido, di struttura marcata, caldo e leggermente tannico mentre alla vista appare rosso rubino che verte al Granata. Ma dire che il piacere di assaporarlo inizia già dalla prima fase della degustazione quando il suo inebriante profumo vinoso con liquirizia, ciliegia e marasca fra i suoi sentori soddisferà il naso. Tipiche sono le note di ciliegia selvatica, prugna, mora, frutti di bosco a cui seguono la liquirizia, il cuoio ed il tabacco (anche nelle versioni non affinate in legno). I tannini sono sempre molto presenti perché l'uva ne è ricca ed è alquanto difficile trovarne di ben maturi ed aromaticamente completi perché la loro maturazione non coincide quasi mai con quella zuccherina (il Montepulciano è un'uva a maturazione tardiva che si vendemmia dalla fine di settembre nelle annate calde fino alla fine di ottobre in quelle fredde e nell'entroterra). Il finale può proporre l'amarena, il fico secco, note spezziate di pepe nero ed erbe aromatiche o sfumature minerali e salmastre. Sono determinanti i terreni da cui provengono le uve, la distanza dalla costa e l'eventuale aggiunta di uve diverse da quella Montepulciano che ne determina comunque la tipicità.

Lacrima di Morro d'Alba

Uno tra i vini più famosi provenienti dal Marche risulta essere il vino Lacrima di Morro d'Alba DOC e il vitigno viene coltivato a partire dal tempo antico. Il vino Lacrima di Morro d'Alba è un vino rosso e viene creato da uve ricercati come Lacrma di Morro (85%), Montepulciano ed atri vitigni (15%). Andiamo adesso ad elencare le caratteristiche organolettiche che caratterizzano il vino Lacrima di Morro d'Alba e le quali gli consentono di essere annoverato come uno dei vini d’Italia più pregiati. Aprendo una bottiglia il vino Lacrima di Morro d'Alba sfoggia un colore rosso rubino carico con riflessi sul viola mentre il profumo appare vinoso ed aromatico con sentori di spezie, lamponi e ciliegie. Ma è il sapore quello che separa un vino esclusivo dai vini comuni. Assaporandolo il vino Lacrima di Morro d'Alba si presenta morbido e strutturato, ripropone nuovamente la ciliegia ed il lampone.

Rosso Piceno

Il vino Rosso Piceno DOC sembra inizi la sua diffusione nella nostra nazione durante il novecento attraverso l’utilizzo di uve Montepulciano (30-70%), Sangiovese (30-50%). Da allora il vino Rosso Piceno è un vino rosso tra i maggiormente caratteristici della regione Marche nella quale vi sono la gran parte dei centri di coltivazione. Un vino di qualità deve saper appagare, attraverso le insite proprietà organolettiche, il palato e l’olfatto di colui che lo consuma ed in questo talento il vino Rosso Piceno appare eccellere assolutamente. Al palato il sapore del vino Rosso Piceno è asciutto e caldo, di struttura marcata ed alla vista si presenta rosso rubino carico tendente al granata. Ma dire che la bellezza di assaggiarlo comincia durante la prima fase della degustazione quando il suo caratteristico profumo intenso con note di liquirizia, marasca e ciliegia soddisferà il vostro olfatto.

Falerio

Il vino Falerio dei Colli Ascolani DOC risulta essere dei vini più famosi del territorio del Marche e viene coltivato a partire dal tempo dei Romani. Il vino Falerio dei Colli Ascolani è un vino bianco e i vitigni utilizzati per la sua composizione risultano essere Trebbiano Toscano (50%), Passerina (10-30%), Pecorino (10-30%). Un vino pregiato ha la capacità di soddisfare, tramite le proprie caratteristiche organolettiche, l’olfatto ed il palato di colui che lo consuma ed in questa capacità il vino Falerio dei Colli Ascolani appare eccellente assolutamente. Ad una prima osservazione il vino Falerio dei Colli Ascolani sfoggia un colore giallo paglierino leggero mentre il profumo risulta delicato e leggero con aromi lievemente fruttati. E’ però il il gusto ciò che separa un vino esclusivo dai vini comuni. Assaporandolo il vino Falerio dei Colli Ascolani si presenta secco e sapido, leggermente citrino.

Vernaccia di Serrapetrona

Uno dei vini più tipici del territorio del Marche risulta essere il vino Vernaccia di Serrapetrona DOCG e il vitigno si coltiva sin dal medioevo. Il vino Vernaccia di Serrapetrona è un vino rosso e viene creato da uve esclusivi quali Vernaccia Nera (85%), Sangiovese, Ciliegiolo, Montepulciano.
Un vino pregiato ha l’obbligo di appagare, attraverso le insite proprietà organolettiche, tutti i sensi della persona che lo degusta ed in questo talento il vino Vernaccia di Serrapetrona appare eccellere senza difficoltà. Al palato il sapore del vino Vernaccia di Serrapetrona è sapido e vinoso con sentori di marasca ed il colore appare rosso brillante violaceo con spuma persistente e fine. Bisogna segnalare che la bellezza di assaggiarlo comincia già dal il primo momento della degustazione poiché il suo fantastico profumo molto aromatico e carico di fiori appagherà l’olfatto.

Offida Pecorino

Nel momento in cui ci si appresta a trattare di vini pregiati coltivati nel territorio della regione Marche è obbligatorio nominare il vino Offida Pecorino, vino bianco di grande fattura e storicità.
E' tramite la vendemmia di uve Pecorino che viene realizzato il Offida Pecorino, vitigni coltivati nelle zone di Offida, Ascoli Piceno che danno origine ad un vino unico e inimitabile.
La degustazione di un vino DOC passa attraverso l'esame dei 5 sensi; è dunque con vista, olfatto e il gusto che vengono alla luce tutte quante le proprietà tipiche di un vino pregiato.
Il vino Offida Pecorino si presenta ai nostri occhi avente colore giallo paglierino con venature verdognole che delizia gli occhi stessi e deriva dalla qualità dei vitigni che lo compongono. In bocca ciò che emerge è un gusto sapido, asciutto, delicato, allo stesso modo all'olfatto il vino Offida Pecorino appare gradevole, con lieve sentore di rosa tagliata e ricordi floreali.

Cantina Santa Barbara  Cantina Santa Barbara 
 

Home
BrickStone snc - P.IVA: 02383710429 - Via Ariosto, 65 Moie di Maiolati Spontini (AN) 60030 Italy
Tel: +39 349 1678676 (Tatiana), e-mail: info@brickstone.it