EnglishGermanItalianRussian
Categoria
abitabili
centro storico
da ristrutturare
ristrutturati
ville e case speciali
Info
Come comprare casa in Italia
Spese per acquisto casa in Italia
Come arrivare nelle Marche
Bed & Breakfast in Italia
Casa colonica in Italia
Ristrutturare casa in Italia
Esempio di restauro
Ristrutturazione in bioedilizia
Costa Adriatica
Turismo nelle Marche
Vini marchigiani
Consigli per acquistare la casa in Italia
FAQ
Home: Immobili arrow Ristrutturazione in bioedilizia

Ristrutturazione in bioedilizia di una casa in Italia

Che cosa significa bioedilizia e che cosa si intende per una casa bioecologica?

L'architettura bioecologica, si può definire come architettura attenta ai materiali di bioedilizia per la ristrutturazione della casa e al risparmio energetico dell'abitazione.

Ultimamente bioedilizia è in moda, perché la ristrutturazione bioedilizia concerne i rapporti globali tra uomo ed ambiente costruito e considera lo spazio fisico in interdipendenza con i principi energetici della natura e cerca di scoprire i significati potenzialmente presenti nell’ambiente e come utilizzarli al meglio.

In questo articolo cerchiamo di darvi un esempio della ristrutturazione di una casa in bioedilizia.

Interventi principale da realizzare:

• Recuperare la vecchia casa colonica con materiali bioedili
• Privilegiare l’uso e tecniche locali
• Garantire la massima efficienza energetica del manufatto edilizio

Tecnologie costruttive di bioedilizia

Cercare di salvare la struttura originale della casa colonica, realizzare i muri in elevazione in blocchi sismici di laterizio prodotto da argille naturali privi di additivi chimici, allettati con malta di calce idraulica.

Isolare tutte le murature esterne da uno strato isolante di sughero e muratura a faccia vista con mattoni di recupero allettati e stilati con malta di calce.

Creare intorno alla struttura portante perimetrale un cavedio per la ventilazione naturale con la
realizzazione di un muro contro terra in c.a.

Creare tra la terra ed il muro un drenaggio perimetrale completato da tubo drenante a livello della fondazione in leggera pendenza.

Realizzare il primo solaio su muriccioli con sistema di ventilazione naturale.

Costruire gli orizzontamenti da travi portanti in legno fissati alle muratura da bulzoni in acciaio filettato, doppio tavolato incrociato e inchiodato.

Per la zona a destinazione privata realizzare il solaio in correnti di legno su struttura portate, pianellato con materiale di recupero.

Realizzare i massetti strutturali previa disposizione di uno strato isolante in sughero in calce idraulica con reti in fibradivetro.

Per la copertura realizzare un tetto ventilato costituito da doppio tavolato di legno, membrana traspirante, sughero tra correnti longitudinali, camera d’aria, tavolato di legno, membrana isolante, manto di copertura con coppi di recupero.

Gli architravi in legno: a vista con il recupero delle vecchie travature esistenti. Per gli architravi in legno non a vista di alcune aperture si è proceduto con intonacatura a calce previa retinatura.

Impianto di riscaldamento

L’impianto termico prevede un generatore di energia alimentato da combustibile e la propagazione del calore mediante dei terminali di erogazione.

I generatori a gas a condensazione permettono un abbassamentod ei consumi rispetto le caldaie tradizionali recuperando il calore dei gas di scarico abbattendo contemporaneamente l’emissione di Co2 nell’aria.

L’erogazione del calore è permesso da radiatori o pannelli radiante; idealmente l’uso dei pannelli radianti a parete ai piani superiori ed a pavimento nei locali al piano terra rappresentata, grazie al calore diffuso per irragiamento, il più salubre e meno dispendioso in termini di consumi utilizzando temperature di mandata di circa 35° contro i 70° dell’impianto a radiatori.

L’impianto va suddiviso in zone termiche  con termoregolazione.

Ricuperare i camini presenti nella struttura.

L’impianto può essere collegato facilmente a pannelli solari quale sistema di preriscaldamento dell’acqua portando l’acqua dell’acquedotto dai 6 ai 14 ° gradi centigradi nel periodo invernale, e di riscaldamento dell’acqua sanitaria nel periodo estivo.

Le tecnologie moderne ci permettono ad oggi di sfruttare forme di approvvigionamento da fonti rinnovabili quali terra e sole.

Di fatto con l’uso del geotermico è possibile creare una casa autonoma dal punto di vista energetico ed impatto “zero”; il geotermico è un sistema di cogenerazione che prevede l’uso di energia elettrica e del calore della terra grazie a delle sonde che permettono una scambio di calore tra terreno ed acqua glicocenata; questo scambio permette di produrre il calore necessario ad alimentare l’impianto radiante a pavimento tramite una pompa di calore alimentata dai pannelli fotovoltaici. Di fatto il pannello fotovoltaico permette l’approvvigionamento del generatore di calore con nessuna necessità di allaccio alle forniture pubbliche del gas.

Impianto idrico sanitario

Realizzare l’impianto idrico sanitario con particolare attenzione al risparmio dell’acqua potabile sia in fase d’uso con particolari accorgimenti sia nella strutturazione a doppia circolazione che permette l’utilizzo di acqua piovana ed il riciclaggio di una parte delle acque di scarico (acque grigie).

Impianto di depurazione delle acque grigie

Impianto idrico con l’impianto di depurazione delle acque grigie certificato la cui acqua finale, grazie alla doppia rete di distribuzione potrà essere utilizzata negli sciacquoni dei bagni.

Impianto elettrico – sistemi di illuminazione

Ai fini di abbassare il livello d’inquinamento elettromagnetico realizzare un impianto stellare, con una rete di distribuzione a cavi schermati, disgiuntori per le camere da letto. Per garantire la massima efficienza ed il risparmio energetico l’impianto è gestito da tecnologia domotica così da consentire la massima versatilità dell’impianto in funzione dell’uso effettivi degli ambienti ed un notevole risparmio energetico, a tal fine si è previsto inoltre l’utilizzo di sistemi di accensione automatica negli ambienti di passaggio o di servizio temporaneo.

I pannelli fotovoltaici da posizionare successivamente nella falda a sud del vicino accessorio agricolo integreranno la richiesta di energia dell’impianto con energia prodotta da fonti rinnovabili.

Serramenti

Infissi in legno con vetro stratificato basso emissivo (doppio) oppure triplo vetro con doppia camera d’aria.

Recuperare le porte esistenti o vecchie porte ed organizzare il restauro sull’intero elemento tramite asportazione di eventuali vecchie tinte, preparazione del fondo, impregnante, trattamento protettivo non tossico, esente da resine acriliche, alchidiche, viniliche, da isoalifati, da biocidi e finitura a cera.

Finiture

Privilegiare materiali naturali o materiali provenienti dallo smontaggio: laterizi, travi in legno etc.

Trattare tutti gli elementi costruttivi in legno, travi, architavi ai sali di boro ed impregnati successivamente con olio di lino naturale.

Utilizzare per i pavimenti pianchette provenienti dallo smontaggio di tetti, e parquet in legno.

Realizzare tutti i trattamenti finali con olio di lino e cere a base di resine naturali e terpeni d’arancio

Utilizzare per le tinteggiature vernici traspiranti a base di olio di lino, borati di sodio, caseina e cera d’api pigmentati con terre ed ossidi naturali.

Nel caso di pitture lavabili utilizzare prodotti a base di lecitina di soia, olio di lino, farina di quarzo, argilla.

Realizzare i rivestimenti in gres porcellanato, travertino, ardesia, allettati con colle naturali di calce e silicati.
 

Home
BrickStone snc - P.IVA: 02383710429 - Via Ariosto, 65 Moie di Maiolati Spontini (AN) 60030 Italy
Tel: +39 349 1678676 (Tatiana), e-mail: info@brickstone.it