EnglishGermanItalianRussian
Categoria
abitabili
centro storico
da ristrutturare
ristrutturati
ville e case speciali
Info
Come comprare casa in Italia
Spese per acquisto casa in Italia
Come arrivare nelle Marche
Bed & Breakfast in Italia
Casa colonica in Italia
Ristrutturare casa in Italia
Esempio di restauro
Ristrutturazione in bioedilizia
Costa Adriatica
Turismo nelle Marche
Vini marchigiani
Consigli per acquistare la casa in Italia
FAQ
Home: Immobili arrow Come comprare casa in Italia

Come comprare una casa in Italia?

Come si cerca una casa? Tramite un’agenzia immobiliare. Il primo contatto telefonico o per e-mail serve a farci capire quali sono le caratteristiche dell’immobile e le possibilità del cliente per poter proporre una serie di immobili corrispondenti alle caratteristiche richieste. Queste prime informazioni includono le fotografie della casa con la descrizione dell’immobile e la localizzazione, planimetrie, dati tecnici (superficie della casa e del terreno) e prezzi, e vengono fornite (senza impegno) via e-mail nella lingua richiesta.
Quando il cliente trova un immobile di suo gradimento, la nostra Agenzia può organizzare una ulteriore selezione di immobili simili e la visita degli oggetti. Il Cliente viene accompagnato dal nostro agente e riceve le maggiori spiegazioni riguardanti le case e la procedura dell’acquisto degli immobili in Italia.
Se il Cliente, dopo la visita, decide di non acquistare alcun immobile, nulla è dovuto.

Nel caso in cui decidesse di acquistare un immobile, passiamo alla prima fase dell’acquisto dell’immobile:

L’offerta (o Proposta Irrevocabile d’acquisto): il primo passo della procedura di compravendita della casa è stabilire il prezzo, fissare i confini e i dettagli della proprietà e i termini di pagamento. Nell’offerta il Cliente offre per l’acquisto dell’immobile una somma e chiede all’Agenzia di riservare irrevocabilmente al suo favore la vendita dell’immobile alle condizioni specificate, fino ad una certa data. Per detta riserva il Cliente versa all’agenzia una somma (normalmente si tratta di una cifra simbolica di 1.000,00 €).
Entro il termine di scadenza della data di riserva, qualora il prezzo venga accettato, dovrà essere redatto il preliminare di compravendita che conterrà tutte le condizioni specifiche della vendita stessa; la somma versata sarà considerata parte del prezzo di acquisto.
Nell’offerta il venditore deve dare alcune garanzie all’acquirente, come: disponibilità della proprietà, regolarità edilizia e fiscale.

Preliminare di compravendita (o Compromesso): si tratta di un contratto privato con valore legale tra il venditore e l’acquirente che specifica tutti i dati sostanziali della vendita: le parti, le caratteristiche dell’immobile, il prezzo pieno dell’immobile, il mediatore, i metodi di pagamento, la data della firma del contratto definitivo e qualsiasi altra clausola rilevante. Una volta pagata la caparra (l’ammontare della caparra è il 30% del prezzo di vendita, a seconda della proprietà e della percentuale concordata tra il venditore e l’acquirente) e firmato il compromesso, entrambe le parti sono tenute a completare la compravendita. In caso di inadempienza contrattuale della parte promittente acquirente, il venditore avrà diritto di trattenere tale caparra; nel caso in cui invece sarà il promittente venditore a non adempiere alle obbligazioni contrattuali, la parte promettente acquirente avrà il diritto al rimborso del doppio della caparra confirmatoria.
Il preliminare di compravendita acquista validità dal momento degli accrediti della caparra confirmatoria e delle competenze dell’agenzia (mediazione).  

Prima della firma dell’Atto il Cliente deve essere in possesso di:
-    Codice fiscale italiano.
-    Conto bancario in Italia.

Rogito o atto notarile: il contratto definitivo deve essere concluso davanti ad un notaio. Dopo la firma del contratto, passa un periodo di circa 1 mese prima che il nuovo proprietario riceva la copia conforme all’originale.
E’ necessario che il venditore e l’acquirente (o i rappresentanti) siano presenti alla firma del rogito. Il notaio è tenuto per legge a leggere ad alta voce il contratto alle parti interessate. Prima della firma, viene saldato il prezzo da pagare al venditore (tramite un assegno). L’atto viene firmato dal venditore e dall’acquirente e controfirmato dal notaio. Il Notaio raccoglie le tasse dovute allo Stato ed esegue le registrazioni della vendita in tutti gli uffici (Ufficio del Registro, Catasto, Conservatoria dei Registri Immobiliari, archivio notarile ecc).

Al momento della firma del rogito debbono essere pagati i seguenti compensi:

- Onorario del notaio: deve essere pagato nello studio del notaio al momento della firma del rogito.
- Onorario per le eventuali pratiche catastali (spese tecniche): variano a seconda del lavoro svolto.
- Onorari del traduttore.

 

Home
BrickStone snc - P.IVA: 02383710429 - Via Ariosto, 65 Moie di Maiolati Spontini (AN) 60030 Italy
Tel: +39 349 1678676 (Tatiana), e-mail: info@brickstone.it